napoletanità
 indietro
 
  Proverbi napoletani
   

A 'casa d''o ferràro 'o spito 'e lignàmme.
Quando manca una qualche cosa proprio dove dovrebbe invece esserci.

A' altare sgarrupàto nun s'appicciano cannèle.
Alle donne ormai anziane non si fanno moine.

A' bella 'e ciglie, tutte 'a vonno e niscuiuno s''a piglia.
Le ragazze molto belle sono corteggiate da tutti ma nessuno pensa di sposarle nella tema che, data la loro avvenenza, possano aver avuto in passato delle precedenti esperienze o possano ... averle in futuro.

'A bona mercanzia trova prièsto a ghjì pe' 'n'àutria via.
Tutte le cose belle e buone trovano sempre chi le desidera e le prende.

A buono cavallo nun le manca sella.
Nessuno si lascia scappare una favorevole occasione oppure un ottimo affare.

A buono 'ntennitòrepoche parole.
Chi vuole comprendere intende anche con un semplice cenno od accenno, con una mezza parola, etc.

'A capa 'e sotta fa perdere 'a capa 'e còppa.
Il sesso può far perdere la testa.

'A casa cu' ddòje porte 'o diàvulo s''a porta!
Perchè offre maggiori chances alle tresche amorose di ciascun coniuge.

'A casa d''o jucatore nun c'è àutro che dolore.
Perché in genere il vizio del gioco prima o poi porta alla miseria.

A cavallo rialàto nun se guarda 'mmòcca.
Qualsiasi regalo, anche se modesto, ha sempre un intrinseco valore e quindi deve essere sempre bene accetto ed apprezzato.

Accìde cchiù 'a lengua ca 'a spata.
Sono più terribili le maledicenze che le armi.

A chiàgnere 'nu muorto so' làcreme pèrze.
Chi è morto è morto e le lagrime sono prmai inutili.

'A chi nun tene figlie nun ghì né pe' denare né pe' cunziglie.
Perché chi non ha figli non è in grado di conoscere o capire i problemi e le necessità altrui.

A chi pazzèa cu' 'o ciuccio nun le mancano càuce.
Chi bazzica in un brutto ambiente deve sopportare le conseguenze.

A chi troppo s'acàla 'o culo se vede.
Chi si umilia in maniera eccessiva fa chiaramente comprendere agli altri la sua mancanza di carattere e, quindi, la sua nullità.

'A cicala canta, canta e po' schiàtta.
I tipi superficiali se la spassano continuamente e poi fanno una brutta fine.

'A collera è fatta a cuòppo e chi s''a piglia se schiatta 'ncuòrpo.
Irritarsi finisce a tutto danno di colui che si arrabbia.

'A cunfidenza è 'a mamma d''a mala criànza.
La troppa confidenza porta, alle volte, alla scostumanza.

Addò c'è gusto nun c'è perdenza.
Se una cosa è fatta con piacere non importa se per realizzarla od averla occorre fare dei sacrifici o spendere dei soldi.

Addò 'nce stanno fèmmene, 'nce stanno appìecceche e chiacchiere.
Perchè tale è la loro peculiarità.

Addò vàje truòve guàje.
Purtroppo il mondo è afflitto da mille e mille guai ed ognuno di noi ha i suoi.

A dicere so' tutte capace; 'o defficile è a ffà.
Fra il dire e il fare c'è di mezzo il mare.

'A famma fa ascì 'o lupo da 'u bosco.
Il bisogno può indurre gli uomini anche a compiere cattive azioni.

   
© Azienda Autonoma di Soggiorno Cura e Turismo di Napoli  tutti i diritti riservati 
design & engineering