chiese monumentali
 indietro
 
 
complesso monumentale di santa maria la nova 
via santa maria la nova, 44

telefono: 081 5521597 - 081 5523298
fax: 081 5521597
sito web: www.santamarialanova.info
e-mail: info@oltreilchiostro.org
orario:  09,00 - 17,00
09,00 -17,00 (festivo)
chiuso domenica (aperti solo su prenotazione)

La chiesa di Santa Maria la Nova è detta “la Nova” per distinguerla da quella di santa Maria ad Palatium, risalente al periodo svevo, che sorgeva nel luogo dove fu poi edificato il maschio Angioino e dove esisteva, fin dal 1216, un convento di frati minori che si voleva fondato da S. Francesco. Carlo I d’Angiò, volendo edificare Castel Nuovo, demolì il complesso cedendo in cambio ai frati, il 10 maggio 1279, il luogo ove si trova l’attuale e chiesa e sul quale sorgeva, a guardia del porto, l’antica torre Maestra. Sulle antiche strutture fu edificato il convento e memoria della primitiva sistemazione sono l’aspetto quasi di cinta muraria che il complesso assume sulla via del Cerriglio con il campanile eretto dove probabilmente era la torre, e con un prospetto percosso da un fregio a toro, aperto solo da poche altissime finestre ed ornato da una semplice statua di S. Antonio da Padova. Santa Maria la nova sorse in stile gotico, ma non si conosce l’artefice della sua costruzione. L’edificio nel suo aspetto originario ebbe poco più di tre secoli di vita. Tra le cause che determinarono la demolizione della chiesa angioina vanno ricordati il terremoto del 1456 e quelli del 1538, 1561, 1569 e 1588 ma, in misura maggiore, lo scoppio della polveriera di Castel S. Elmo, colpita da un fulmine il 13 dicembre 1587, che la danneggiò gravemente. Il rifacimento della Chiesa nel 1596, attribuibile in parte ad Agnolo Franco, fu dovuto anche alle generose offerte dei fedeli seguite, inoltre, da una guarigione miracolosa a favore di un povero storpio dalla nascita, attribuita alla Madonna delle Grazie il 17 agosto 1596. L’attuale facciata della chiesa, a due ordini di cui quella inferiore in piperno a vista, è tipica del genere diffuso a Napoli nel XVI secolo. Essa è preceduta da una scalinata con balaustra marmorea; alla sommità, il portale, affiancato da due colonne di granito, è sormontato da un’edicola, in cui è raffigurata la Vergine, di ignoto scultore della prima metà del ‘600. Ciò che anzitutto colpisce l’attenzione del visitatore all’ingresso è il soffitto ligneo cassettonato ed intagliato, decorato in oro zecchino, eseguito tra il 1598 ed il 1603. Tra le 46 tavole di diverse dimensioni incassate nella carpenteria dorata ci sono dipinti del Curia, dell'Imparato, del Santafede, del Corenzio, del Rodriguez e del Malinconico; vera e propria antologia del tardo rinascimentale a Napoli. L' altare maggiore fu realizzato nel 1633 su disegno di Cosimo Fanzago mentre davanti sul pavimento si trova la lapide sepolcrale di Giovanna la moglie di Ferrante (Ferdinando I) d'Aragona. Nell'abside i dipinti quattrocenteschi furono restaurati dal Corenzio, molto bello il coro ligneo del 1603. Un crocifisso ligneo della cappella a destra dell'altare maggiore è opera di Giovanni Merliani da Nola. Nel transetto destro notiamo una tavola con un San Michele di Marco Pino da Siena ed ancora un Ecce Homo di legno policromo di Giovanni da Nola, nella cappella seguente una Natività in bassorilievo di Girolamo Santacroce, nella terza e quarta cappella ancora Marco Pino e Giovanni da Nola con una Crocifissione. Segue la magnifica cappella di S. Giacomo della Marca restaurata nel Cinquecento e nel Seicento. Di Annibale Caccavello segnaliamo due bei sepolcri del 1550, quelli di Odetto di Foix e di Pedro Navarro, mentre gli affreschi della volta sono dello Stanzione. La terza cappella offre i decori barocchi e i connessi marmorei del Fanzago, mentre subito dopo vi sono gli affreschi del Giordano. Del Complesso Monumentale fanno parte i due chiostri di cui quello più piccolo, ospitante alcuni monumenti sepolcrali provenienti dalla chiesa, è affrescato con episodi della vita di S. Giacomo della Marca, attribuiti tradizionalmente a Simone Papa. Dal lato del chiostro piccolo si accede agli ambienti della Sagrestia riccamente decorata e dell’Antico Refettorio, abbellito da un affresco del Bramantino: La salita al Calvario.
Programma visite guidate: 1. Dal lunedì al venerdì Ore 10,00 – 11,00 – 12,00 – 15,00 – 16,00 Il Complesso Monumentale di Santa Maria La Nova e il Museo ARCA Visite guidate della durata di un’ora al Complesso Monumentale di Santa Maria la Nova e al Museo ARCA di Arte Religiosa ContemporaneA, dal lunedì al venerdì a partire dalle h. 10,00 per poi seguire con la visita guidata delle h 11.00 – 12.00 – 15.00 – 16.00. - Costo visita: € 3,50 a persona, gratuità bambini fino a 6 anni di età. Info: www.oltreilchiostro.org; www.santamarialanova.info; Mail: info@oltreilchiostro.org Tel/fax 0815521597/ 0815523298 2. Tutte le domeniche di luglio, agosto e settembre (prenotazione OBBLIGATORIA) Dalle ore 10,30 alle 13,00 (appuntamento in Piazza del Gesù Nuovo) L’Arte religiosa nel Centro Antico di Napoli dal ‘600 ai giorni nostri “Visita guidata dalle ore 10,30 alle 13,00 secondo il seguente itinerario: Piazza del Gesù Nuovo, Chiesa del Gesù Nuovo, Piazza San Domenico Maggiore, Chiesa di Sant'Angelo a Nilo, Cappella Pappacoda, Complesso Monumentale di Santa Maria la Nova (Chiesa, Chiostro, edificio ex conventuale, Museo ARCA - Arte Religiosa Contemporanea). Al termine della visita è prevista possibilità di pranzo in Ristorante convenzionato a pochi passi dal Complesso Monumentale. Tipologie delle visite: - Costo visita: 9 € a persona; - Costo visita + pranzo: 18 € a persona - Su richiesta possibilità di menù dai 14 ai 25 €; - Prenotazione OBBLIGATORIA. Le visite guidate sono realizzate a cura dell’Associazione “Oltre il Chiostro” in collaborazione con “Doma- Servizi per l’Arte”. Info: www.oltreilchiostro.org; www.santamarialanova.info; Mail: info@oltreilchiostro.org Tel/fax 0815521597/ 0815523298 3. Tutti i venerdì e i sabato di luglio, agosto e settembre (prenotazione OBBLIGATORIA) Dalle ore 18,00 alle 21,00 (appuntamento in Piazza Santa Maria la Nova, 44) Serata al Chiostro “Visita al Complesso Monumentale di Santa Maria La Nova (Chiostro, Chiesa, edificio ex conventuale, Museo ARCA – Arte Religiosa Contemporanea). Al termine della visita è prevista possibilità di cena in Ristorante convenzionato a pochi passi dal Complesso Monumentale. Tipologie delle visite: - Costo visita 9€ a persona - Costo visita + pranzo: 18 € a persona - Su richiesta possibilità di menù dai 14 ai 25 €; - Prenotazione OBBLIGATORIA. Le visite guidate sono realizzate a cura dell’Associazione “Oltre il Chiostro” in collaborazione con “Doma- Servizi per l’Arte”. Info: www.oltreilchiostro.org; www.santamarialanova.info; Mail: info@oltreilchiostro.org Tel/fax 0815521597/ 0815523298 4. I giorni 24 e 31 luglio, 07/21/28 agosto e 04 settembre (prenotazione OBBLIGATORIA) Dalle ore 20,00 alle 22,30 (appuntamento al chiostro di Santa Maria la Nova) La Canzone di Napoli – XI Edizione “Rassegna di canzoni classiche della tradizione napoletana eseguite dal M° Napolitano e band” - Costo visita 10€ a persona - Prenotazione OBBLIGATORIA. Tel. 0815552077 Cell. 3396895092
 
 
   
  programma
   
  mostre
   
  eventi musicali
   
  visite guidate
|museo arca (1.7.2009)|
   
 
Azienda Autonoma di Soggiorno Cura e Turismo di Napoli  tutti i diritti riservati
design & engineering